Incontinenza urinaria: come risolvere il problema?

Se sei donna, e non necessariamente in età avanzata, è molto probabile che almeno una volta tu abbia lamentato fastidiosi disturbi urinari. Probabilmente ti curi con regolarità, ma sono ancora molte le donne che ancora sottovalutano o minimizzano i disturbi, forse sperando che con il tempo tutto passi e si torni alla normalità. In realtà nell'urologia femminile, non è solo la prevenzione che fa la differenza, per quanto possibile, ma soprattutto la tempestività e la regolarità delle cure effettuate. In linea molto generale ed esemplificativa i disturbi urinari si suddividono in:

Saprai sicuramente che sono veramente poche le donne che non hanno sperimentato almeno una volta la fastidiosissima cistite, l'irritazione della vescica dovuta alla presenza di germi nelle urine. Può essere acuta o cronica ed è causata da batteri patogeni oppure a volte da traumi o da fattori esterni come la radioterapia.
Un'infezione urinaria generalmente guarisce con una mirata cura antibiotica, ma in alcuni soggetti come donne in gravidanza o con malattie immunodepressive, i rischi sono più elevati ed occorrono più tempo e farmaci ancora più mirati per debellare l'infezione. Tuttavia, in questo campo ci sono progressi incoraggianti e se la cistite viene curata tempestivamente, il rischio di ricadute diminuisce molto.

Per quanto riguarda un altro disturbo meno frequente, ma non meno invalidante cioè la vulvodinia, forse hai minori informazioni, tuttavia esso è causato da una sindrome dolorosa cronica della vulva, senza visibili alterazioni o presenza di patologie neurologiche.
Se ne hai sofferto, probabilmente saprai che si tratta di una infiammazione cronica dovuta ad un aumento delle terminazioni nervose libere. 
Riabilitare la muscolatura pelvica  eliminandone la tensione, ha effetti molto positivi e in molti casi risolutivi. 
L'incontinenza urinaria, è forse il problema più nascosto e puoi immaginare bene il perchè. Puoi averne sofferto dopo un parto oppure ti è successo in menopausa o ancora in periodi particolarmente stressanti. 
Se hai consultato un medico hai scelto la strada migliore, perchè, contrariamente a quanto si pensi, è un disturbo sicuramente imbarazzante, ma da cui si può assolutamente guarire affidandosi con fiducia a professionisti esperti.