Tipologie e funzionamento dei sistemi antifurto

Solitamente, un sistema antifurto funziona in modo tale da attivarsi di fronte ad un movimento inaspettato e invia un segnale ad un sistema di monitoraggio centrale – tipicamente tramite linea telefonica. Dopodichè il sistema di monitoraggio si accerterà, chiamando a casa o il posto di lavoro, che non si tratti di un falso allarme. Se, per qualche ragione, non è possibile raggiungere la vostra abitazione, ha la possibilità di contattatare le autorità competenti, come vigili del fuoco, polizia, carabinieri per indagare.

A seconda del budget che si ha a disposizione, esistono tantissimi sistemi antifurto e antintrusione in vendita:
  • Unità di controllo centrale con batteria di backup, tastiera e sirena: alcuni dei quali inviano un segnale silenzioso alla stazione di monitoraggio che contatta la polizia.
  • Rilevatori di movimento, che rilevano la presenza umana.
  • Porte e finestre con contatti magnetici: quando il sistema di allarme è attivato, scatta l’allarme quando viene aperta la porta o finestra.
  • Rilevatore di fumo, fuoco e/o di vetri rotti.
  • Impianto videocontrollo a circuito chiuso per consentire il monitoraggio e la registrazione all’interno e all’esterno della casa.
  • Rilevatori d'acqua per rilevare le perdite da tubature.
Questi sistemi d’allarme, possono essere facilmente comprati online tramite e-commerce come quello di elettricaindustriale.it, oppure in negozio come i sistemi antintrusione a Torino di DSDimensione Sicurezza.