Edoardo Mariani, in arte Dodo, non solo gioielli

Edoardo Mariani, sin da bambino conosciuto come Dodo è un orafo, uno scultore ed un inventore ed è difficile saper individuare in lui qualcosa che non sappia fare utilizzando l'arte. Dodo Mariani è un artista speciale, capace di stupire chiunque con le sue meravigliose creazioni.

In tutta la sua vita, Dodo Mariani ha saputo dare forma a tutte le sue passioni e a tutto il suo amore per la vita e per la famiglia, creando intere collezioni di gioielli che sono state indossate in numerose sfilate di alta moda.

La critica ha saputo ben apprezzare le sue opere d'arte e dopo alcuni anni persino la casa reale inglese, nel 1994, gli ha chiesto di poter realizzare un gioiello per Lady Diana, un paio di orecchini realizzati con una grande perla appoggiata su uno sfondo d'oro zecchino. Tuttavia, nella sua immensa carriera di orafo ed artista, Dodo Mariani ha avuto l'onore di conoscere anche il Papa Giovanni Paolo II, al quale ha consegnato nel 2000 un'opera con tre figure che raffigurava la Sacra Famiglia.

Nella sua carriera ricca di successi, Dodo è riuscito anche a collaborare con numerosi enti italiani che si propongono di salvaguardare l'ambiente e la natura, creando intere collezioni di gioielli concepite per comunicare e dar lustro all'idea che è possibile diffondere una cultura fondata sull'equilibrio eco-sostenibile. Difatti, egli nei suoi gioielli cerca di rappresentare al meglio quel che concerne il rapporto mondo-natura, dando vita ad opere d'arte più vicine al reale che al surreale fantasioso.

Dodo Mariani che nasce come orafo, ben presto capisce che per consacrarsi definitivamente come artista polimorfo, deve riuscire ad affermarsi anche nell'arduo campo della moda, ed è per questo che decide di esordire nelle sfilate milanesi del 1979, esibendo abiti eleganti e raffinati ma estremamente portabili da tutti. Dodo Mariani vuole rappresentare tutti, vuole farsi amare da tutte le fasce d'età e da tutte le fasce sociali e riesce benissimo nella sua impresa. In effetti poco prima del suo debutto sulle passerelle, Dodo Mariani venne contattato dalla International Gold Corporation, dove in una lettera gli veniva espressa tutta l'ammirazione che si poteva provare per lui come artista e di come egli abbia saputo mutare e trasformare il suo lavoro di orafo, in quello di stilista e di come egli riusciva a rappresentare al meglio entrambi i ruoli. Lo stilista andava a disegnare con cura le sue collezioni che doveva portare in passerella, ma al tempo stesso er a lui stesso ad andarle a creare, non tralasciando assolutamente le sue origini come orafo ma andando a rendere il prodotto finale unico nel suo genere, in quanto rappresentava profondamente ciò che egli stesso voleva mettere in scena. Pertanto, grazie a queste sue immense doti di figura polifunzionale, la International Gold Corporation volle congratularsi con lui a nome di tutti gli orafi, che in Dodo Mariani hanno visto una riqualificazione della loro professione.

Le soddisfazioni nella vita di Dodo Mariani non sono mai mancate, in quanto è stato più volte apprezzato ed ammirato con la consegna di numerosi complimenti. Un grande riconoscimento per il valore della sua persona e come artista avvenne quando gli fu consegnato il premio Ticinum dalla città di Pavia, con la grande l'ammirazione per un artista strepitoso, definito come "l'artista dell'oro zecchino" in quanto andava a riprodurre nelle sue opere i soggetti dell'antica archeologia misteriosa, con il procedimento della "cera persa".

Da sempre e ancor tutt'oggi, i Gioielli Dodo Mariani sono apprezzati in tutto il mondo, dai volti noti della tv alla gente comune. Nel mondo dello spettacolo sono in molti gli artisti ad essersi affidarsi a Dodo Mariani anche per quel che riguarda la moda ed è stato proprio Dodo Mariani a disegnare i costumi di scena del film Sabato, Domenica e Venerdì di Adriano Celentano.

Nonostante in più riprese abbiamo parlato ed elogiato le capacità artistiche dell'orafo italiano, è importante precisare che nella sua immensa carriera egli ha anche collaborato con numerosi artisti di fama mondiale. Possiamo ricordare la sua presenza alla Fiera Internazionale di Montreal, alla quale fu invitato dallo stesso governo canadese, dove assieme all'immenso Peter Kolosimo, presentò una loro collezione. Nel suo bagaglio culturale ed artistico inoltre possiamo ricordare la sua collaborazione con il marchio De Beers.

Grazie a tutte queste sue partecipazioni e a tutto quello che lui ha saputo creare utilizzando le sue immense capacità artistiche, il marchio Dodo Mariani, è e resterà per sempre l'orgoglio della moda italiana nel mondo."